Cerca tra le news

Torino, 19 dicembre 2018: in Città Metropolitana l'attivazione di 52 Punti Informativi contro le discriminazioni

E' stato sottoscritto oggi, presso la sede della Città metropolitana di Torino, l'Accordo per l'attivazione dei 52 Punti informativi della Rete territoriale metropolitana contro le discriminazioni. Presenti, insieme alla consigliera delegata alle Pari Opportunità della Città metropolitana, Silvia Cossu, e all'assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, i rappresentanti e le rappresentanti dei 30 Enti e organizzazioni che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: 

ACLI Torino (3), Associazione ALMATERRA (1), AMMI Associazione Multietnica Mediatori Interculturali (1), ANGI Associazione Nuova Generazione Italo-Cinese (1), APL Agenzia Piemonte Lavoro - Centri per l’Impiego (13), Associazione ARTICOLO 10 Onlus (1), ASAI Associazione Salesiana Animazione Interculturale (1), ATC Agenzia Territoriale per la Casa del Piemonte Centrale (1), Associazione Sportiva Dilettantistica BALON MUNDIAL (1), CASA DI CARITA’ ARTI E MESTIERI (4), Associazione Sportiva Dilettantistica CENTROCAMPO (1), CFIQ – Consorzio per la Formazione, l’Innovazione e la Qualità (1), CGIL Torino (2), CISS 38 – Consorzio Intercomunale dei Servizi Socio Assistenziali (1), CITTA’ DI MONCALIERI (1), CITTA’ DI NICHELINO (1), CSDA – Cooperativa Sociale di Assistenza (1), DIACONIA VALDESE (2), ENAIP Piemonte (3), ENGIM Piemonte (2), Associazione I ROM PER IL FUTURO (1), ISTITUTI RIUNITI SALOTTO E FIORITO (1), Associazione Interculturale KARMADONNE (1), Cooperativa sociale TERZO TEMPO (1), Associazione Sportiva Dilettantistica PROGETTO SPORT DI BORGATA (1), Cooperativa sociale PROGETTO TENDA (1), SCUOLE TECNICHE SAN CARLO (1), UGL Piemonte (1), Associazione Sportiva Dilettantistica UNICORNO STYLE (1), URP Città metropolitana di Torino (1).

Con la sottoscrizione di questo Accordo con la Città metropolitana di Torino, i Punti informativi della Rete torinese entrano a pieno titolo nella Rete regionale contro le discriminazioni istituita grazie alla Legge Regionale 5/2016 e coordinata dal Centro regionale contro le discriminazioni in stretto raccordo con gli 8 Nodi provinciali e metropolitano e con il supporto tecnico-scientifico di IRES Piemonte. Per diventare Punto informativo ciascun Ente, dopo aver risposto all'Avviso di manifestazione di interesse pubblicato dalla Città metropolitana a inizio 2018, ha individuato una persona che, dopo aver seguito il percorso formativo di 32 ore per "Operatore/operatrice antidiscriminazioni - modulo 1" conseguendo l'attestatazione finale di frequenza e profitto, ne è diventata referente.

Ciascun Punto informativo collaborerà con il Nodo metropolitano contro le discriminazioni attivato dalla Città metropolitana di Torino. Grazie ai Punti informativi la Rete regionale contro le discriminazioni si avvicina alle persone a rischio di discriminazione favorendo la diffusione di informazioni corrette e l'emersione di situazioni discriminatorie che spesso rimangono taciute.