×

Attenzione

JUser: :_load: non è stato possibile caricare l'utente con ID: 224

Sono stati presentati oggi i 13 Punti informativi della Rete regionale contro le discriminazioni attivati sul territorio astigiano da enti pubblici e privati coordinati dal Nodo provinciale gestito dal Comune di Asti.

Presenti, insieme al sindaco di Asti Maurizio Rasero, all'assessore Mariangela Cotto e al dirigente Roberto Giolito, le rappresentanti e i rappresentanti dei 13 enti e organizzazioni che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: 

Pubblicato in News

I Nodi territoriali contro le discriminazioni, presso i quali operano persone formate su questo tema, svolgono una funzione essenziale nell’ambito della Rete regionale: sono i luoghi-chiave ai quali le persone che subiscono una discriminazione possono rivolgersi per ricevere aiuto. 

Attivati a partire dal 2011, i Nodi hanno ottenuto riconoscimento legislativo grazie alla Legge regionale 5/2016, che assegna loro i seguenti compiti:

  • accoglienza, orientamento, presa in carico delle persone e gestione dei casi di discriminazione
  • costruzione e coordinamento della Rete territoriale contro le discriminazioni
  • monitoraggio del fenomeno delle discriminazioni a livello territoriale
  • informazione, comunicazione e sensibilizzazione sulle tematiche antidiscriminatorie nel territorio di competenza, con la supervisione del Centro regionale

A fine 2020, sono stati sottoscritti o rinnovati Protocolli d’intesa per l'attivazione o la riattivazione dei Nodi territoriali, tra la Regione Piemonte e le Province di Alessandria, Biella, Novara, Vercelli, Verbano Cusio Ossola, la Città metropolitana di Torino, la Città di Asti e la Città di Cuneo.

I Nodi territoriali della Rete regionale contro le discriminazioni sono 8: uno per ogni territorio provinciale e metropolitano.

Chi subisce o assiste a una discriminazione può rivolgersi al Nodo più vicino.

 
ALESSANDRIA

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Provincia di Alessandria – Piazza Libertà 17,  Alessandria

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email o telefono:

Tel. (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12): 0131 303147 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
 

 scarica la cartolina informativaAlessandria Nodoantidiscriminazioni

 



ASTI

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Comune di Asti - Servizio Famiglia e Minori, Adulti, Segretariato Sociale - Via Natta 3, Asti

Il Nodo riceve lunedì e martedì 9-12 con accesso libero senza appuntamento per una prima accoglienza allo sportello. Per concordare un appuntamento dedicato, contattare i seguenti recapiti:

Tel. 0141 399 484 (dal lunedì al venerdì 9-12) o 329 2106264

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

CARTOLINA Nodo ASTI def page 0001scarica la cartolina informativa

 



BIELLA

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Provincia di Biella - Via Quintino Sella 12, Biella

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email o telefono:

Tel. 015 8480780

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: visita il sito del Nodo di Biella

Nodo territoriale Biella
scarica la cartolina informativa

 



CUNEO

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o .MEET - Polo di integrazione, accoglienza, orientamento e solidarietà del Comune di Cuneo - via Leutrum 7, Cuneo

Lo sportello riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email (preferibilmente) o telefono:

Tel. 0171 444 789 (mercoledì e giovedì ore 9-12)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Novità! Modulo di segnalazione online -

Info: visita il sito del Nodo di Cuneo

Punti di ascolto territoriali

Per garantire maggiore prossimità alle persone, lo Sportello antidiscriminazioni del Nodo di Cuneo è supportato da Punti di ascolto distribuiti sul territorio provinciale, grazie alla collaborazione con i Consorzi socio assistenziali del Cuneese, Monregalese e Monviso Solidale. I Punti di ascolto, oltre a fornire informazioni, accolgono le segnalazioni di discriminazione e garantiscono accoglienza, ascolto e un primo orientamento alle vittime. Ricevono su appuntamento ai seguenti recapiti:

CUNEO - Via F.lli Ramorino, 18 - tel. 0171.334666 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

BORGO SAN DALMAZZO - Piazza dell’Abbazia, 10 - tel. 0171.334680 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

DRONERO - Via Pasubio, 7 - tel. 0171.334310 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

MONDOVÌ - Corso Statuto, 13 - tel. 0174.676250 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

FOSSANO - Corso Trento, 4 - tel. 0172.698411

SALUZZO - Via Vittime di Brescia, 3 - tel. 0175.210711

SAVIGLIANO - Corso Roma, 113 - tel. 0172.710811

Carto cuneo

scarica la cartolina informativa

 



NOVARA

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Provincia di Novara - Piazza Matteotti 1 (3° cortile), Novara

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email o telefono:

Tel. 0321 378273 o 0321 378181 (dal lunedì al venerdì 9-13)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Novità! Modulo di segnalazione online -

Novara Nodoantidiscriminazione

 scarica la cartolina informativa

 



TORINO

Nodo territoriale metropolitano contro le discriminazioni

c/o Città metropolitana di Torino – C.so Inghilterra 7, Torino

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email o telefono:

Tel. 011 861 6387 o 011 861 7830 (dal lunedì al venerdì 9-17)

Cell. (anche SMS e whatsApp): 349 6510627 o 331 2684671

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Novità! Modulo di segnalazione online -

Info: visita il sito del Nodo di Torino

 scarica la cartolina informativa in italiano oppure visualizza le traduzioni in altre lingueCarto torino

 



VERCELLI

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Provincia di Vercelli - Via San Cristoforo 3, Vercelli 

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare via email o telefono:

Numero Verde 800 324 510 (chiamata gratuita)

Tel. 0161 590 315 

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Info: visita il sito del Nodo di Vercelli

scarica la cartolina informativacartolina vercelli def page 0001

 



VERBANO CUSIO OSSOLA
 

Nodo provinciale contro le discriminazioni

c/o Provincia del VCO – Viale dell’Industria 25, Verbania

Il Nodo riceve su appuntamento in giorno e orario da concordare contattando la referente via email o telefono:

Tel. 0323 4950 335 (dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13)

E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 scarica la cartolina informativaVCO Nodoantidiscriminazione

Pubblicato in Nodi territoriali

Sono stati presentati oggi il Nodo territoriale contro le discriminazioni - attivato presso la sede decentrata di Biella della Regione Piemonte - e gli 8 Punti informativi contro le discriminazioni attivati da enti pubblici e privati.

Presenti, insieme all'assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte Monica Cerutti, la referente del Nodo territoriale contro le discriminazioni di Biella Fulvia Zago e i rappresentanti e le rappresentanti degli 8 enti e organizzazioni che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: Consorzio Iris, Comune di Biella, APL - Centro per l’impiego di Biella, associazione Migr’action, Enaip Piemonte, Consorzio Filo da tessere, cooperativa sociale Maria Cecilia, UIL Biella e Vercelli. 

Pubblicato in News

E' stato sottoscritto oggi, presso la sede della Città metropolitana di Torino, l'Accordo per l'attivazione dei 52 Punti informativi della Rete territoriale metropolitana contro le discriminazioni. Presenti, insieme alla consigliera delegata alle Pari Opportunità della Città metropolitana, Silvia Cossu, e all'assessora alle Pari Opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, i rappresentanti e le rappresentanti dei 30 Enti e organizzazioni che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: 

Pubblicato in News

E' stato sottoscritto oggi, presso la sede della Provincia di Vercelli, l'Accordo per l'attivazione dei 14 Punti informativi della Rete provinciale contro le discriminazioni. Presenti, insieme al Presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti, all'assessora alle pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, e alla referente del Nodo provinciale contro le discriminazioni, Lella Bassignana, i rappresentanti e le rappresentanti degli Enti che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: 

Pubblicato in News

E' stato sottoscritto oggi, presso la sede della Provincia di Novara, l'Accordo per l'attivazione dei 14 Punti informativi della Rete provinciale contro le discriminazioni. Presenti, insieme alla consigliera delegata alle Pari Opportunità della Provincia di Novara, Laura Noro, e all'assessora alle pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, i rappresentanti e le rappresentanti degli Enti che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: Comune di Novara, CISAS - Consorzio Intercomunale Servizi Socio Assistenziali, Agenzia Piemonte Lavoro - CPI di Novara e CPI di Borgomanero, Istituto Tecnico Industriale "Omar", Camera sindacale territoriale UIL Novara VCO, EnAIP Piemonte - sedi di Novara e Borgomanero, Associazione Liberazione e Speranza, Associazione Albatros, Associazione MAMRE, Associazione Noi come Voi, Associazione Mobadara, Cooperativa sociale Frutteto A. 

Pubblicato in News

Si è svolto oggi presso l'IRES Piemonte il primo dei quattro incontri del Corso di formazione sulla prevenzione e mediazione dei conflitti rivolto agli operatori e alle operatrici dei Nodi territoriali contro le discriminazioni. Il corso, organizzato da IRES Piemonte ed erogato dall'associazione Me.Dia.Re., ha una durata di 16 ore e si inserisce nel progetto FAMI "Piemonte contro le discriminazioni", di cui la Regione Piemonte è capofila, in partenariato con IRES, UISP Torino, Enaip Piemonte e Fondazione Casa di carità arti e mestieri.

Pubblicato in News

La Regione Piemonte, con il supporto di IRES Piemonte e grazie alla collaborazione di 8 Enti locali, sta riattivando la Rete regionale contro le discriminazioni, così come previsto dalla Legge Regionale 5/2016. L’attività rientra tra gli obiettivi del progetto FAMI “Piemonte contro le discriminazioni”.

In ciascun territorio provinciale è stato attivato o riattivato un Nodo territoriale contro le discriminazioni che, oltre ad accogliere e sostenere le persone che segnalano una discriminazione e monitorare il fenomeno, ha il compito di attivare e coordinare una Rete di soggetti pubblici e privati presenti e operativi sul proprio territorio provinciale.

Pubblicato in News

"Lunedì prossimo durante la riunione con i Presidenti di Provincia piemontesi proporrò il rinnovo del protocollo d'intesa che ha permesso la costituzione della Rete regionale contro le discriminazioni e che è in scadenza a fine mese. In questi anni il Gruppo di lavoro del Centro regionale contro le discriminazioni in Piemonte ha fatto un buon lavoro ed è nostro compito valorizzare e premiare i suoi sforzi" - con un gesto concreto l'assessora regionale alle Pari Opportunità Monica Cerutti ha voluto celebrare nella nostra regione la Giornata internazionale dei diritti umani.

La Rete regionale contro le discriminazioni nasce alla fine del 2011 quando viene sottoscritto il protocollo d'intesa tra la Regione e le Province piemontesi, le quali diventano i soggetti chiave con i quali agire per l'attivazione dei Nodi antidiscriminazioni. La Rete agisce nei casi di discriminazione di genere, razza o origine etnica, religione o convinzioni personali, disabilità, età, orientamento sessuale. Tutto ciò si inserisce in un contesto più ampio che è quello della costituzione della Rete nazionale Antidiscriminazioni promossa dall'UNAR.

Pubblicato in News

Domani, giovedì 20 luglio, alle ore 11, si terrà la

PRESENTAZIONE DEL NODO TERRITORIALE DELLA PROVINCIA DI VERCELLI

che opererà nell'ambito della Rete regionale contro le discriminazioni in Piemonte

L'incontro si svolgerà presso la

 Provincia di Vercelli - Via De Amicis - Vercelli, Sala delle Tarsie

Pubblicato in News
Pagina 4 di 4