Cerca tra le news

Vercelli, 4 giugno 2018: in Provincia l'attivazione di 14 Punti Informativi contro le discriminazioni

E' stato sottoscritto oggi, presso la sede della Provincia di Vercelli, l'Accordo per l'attivazione dei 14 Punti informativi della Rete provinciale contro le discriminazioni. Presenti, insieme al Presidente della Provincia Carlo Riva Vercellotti, all'assessora alle pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti, e alla referente del Nodo provinciale contro le discriminazioni, Lella Bassignana, i rappresentanti e le rappresentanti degli Enti che hanno scelto di aderire alla Rete attivandosi in qualità di Punti informativi: 

APL/Centro per l’Impiego di Borgosesia

APL/Centro per l’Impiego di Vercelli

Associazione ANFFAS Vercelli

Associazione Arcigay Rainbow Valsesia e Vercelli

Associazione 12Dicembre

Associazione Eufemia

Associazione S. Eusebio

Centro Territoriale per il Volontariato

CGIL Vercelli e Valsesia

COVERFOP Consorzio Vercellese Formazione Professionale

EnAIP Borgosesia

Formater

UEPE - Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Vercelli e Biella

UIL Biella e Vercelli

Con la sottoscrizione di questo Accordo con la Provincia, i Punti informativi della Rete vercellese entrano a pieno titolo nella Rete regionale contro le discriminazioni istituita grazie alla Legge Regionale 5/2016 e coordinata dal Centro regionale contro le discriminazioni con il supporto tecnico-scientifico di IRES Piemonte. Per diventare Punto informativo ciascun Ente ha individuato una persona che, dopo aver seguito il percorso formativo di 32 ore per "Operatore/operatrice antidiscriminazioni - modulo 1" conseguendo l'attestatazione finale di frequenza e profitto, ne è diventata referente.

Ciascun Punto informativo collaborerà con il Nodo territoriale contro le discriminazioni attivato dalla Provincia di Vercelli. Grazie ai Punti informativi la Rete regionale contro le discriminazioni si avvicina alle persone a rischio di discriminazione favorendo la diffusione di informazioni corrette e l'emersione di situazioni discriminatorie che spesso rimangono taciute.