Fino al 22 settembre 2017 si può manifestare il proprio interesse per intervenire sulla applicazione della Legge regionale n. 5/2016

Entro il 22 settembre 2017 dovranno pervenire alla Regione Piemonte le manifestazioni di interesse all’applicazione della legge regionale 5 del 2016 “Norme di attuazione del divieto di ogni forma di discriminazione e della parità di trattamento nelle materie di competenza regionale” e all’elaborazione del suo Piano triennale.

Il termine è stato prorogato di una settimana per consentire una maggiore condivisione e partecipazione alle associazioni attive sul territorio.

Qui troverete il testo integrale della Determina che approva l’Avviso e l’Avviso stesso: http://www.regione.piemonte.it/governo/bollettino/abbonati/2017/32/attach/dda1500000724_690.pdf

Le manifestazioni di interesse devono essere inviate tramite posta elettronica pec al seguente indirizzo: famigliaediritti@cert.regione.piemonte.it

La Regione Piemonte intende rendere la partecipazione alla costruzione degli strumenti applicativi della Legge regionale n. 5 più allargata possibile. A parte gli strumenti ordinari della consultazione pubblica e degli organismi previsti dalla legge, si mira a costruire un rapporto più stretto e continuativo con quelle realtà associative che si occupano quotidianamente di discriminazioni. I soggetti ammessi a presentare la manifestazione sono le organizzazioni senza scopo di lucro che operano sul territorio piemontese e che si occupano di parità di trattamento e lotta contro le discriminazioni. Tutti questi soggetti potranno esprimere pareri e contributi al Piano triennale e all’applicazione della legge.